budget-1

Il Database Marketing.

Il database marketing si basa sulla raccolta e sull’analisi delle informazioni relative a clienti effettivi o potenziali. Con tali informazioni è possibile costruire delle strategie di marketing maggiormente calibrate sui bisogni espressi dal mercato di cui l’impresa che svolge un’accurata attività di raccolta e una corretta attività di analisi, può avere maggiore contezza.

Un database efficace deve contenere (ovviamente) tutte le informazioni anagrafiche e di contatto ma anche tutte le notizie sullo stile di vita dei contatti, dalle preferenze personali e le abitudini sociali, alla tipologia e frequenza degli acquisti. Creare mantenere e gestire queste informazioni è un’attività impegnativa: ma un database di contatti completo e costantemente aggiornato costituisce una miniera d’oro di informazioni che, se utilizzate correttamente, possono portare a un notevole incremento del valore dell’azienda e del suo mercato e un grosso vantaggio in termini di strategia.

Non è un caso che le maggiori aziende che operano nella grande distribuzione utilizzano da molti anni ormai il sistema delle fidelity card attraverso le quali, oltre a puntare ad una maggiore fidelizzazione con il sistema dei “punti”, di fatto ottengono, per ogni cliente, una completa “mappatura” relativamente a frequenza di acquisto, capacità di spesa, marchi e prodotti preferiti, ecc…. Queste informazioni, se ben interpretate e gestite, possono consentire ad esempio di inviare a ciascun cliente registrato, anziché offerte e promozioni generiche, offerte calibrate sui reali gusti di ogni singolo soggetto, che, per questo, colpiranno maggiormente la sua attenzione. E’ quello che da alcuni studiosi viene definito “micro-marketing”, ossia il marketing costruito a misura di ogni singolo cliente.

Il database marketing è uno degli elementi cardine dell’intero sistema di Customer Relationship Management (CRM).

Costruire e gestire una relazione continua, profittevole e duratura con i propri clienti è fondamentale per garantirsi e mantenere una posizione “centrale” nella mente del nostro cliente e per conoscere, analizzare, anticipare e soddisfare al meglio i suoi bisogni.

Nei successivi articoli torneremo sull’argomento.

 

 

Articoli Simili