Logo ABC Strategie - ABC - Marketing Management

L’importanza dell’analisi dei costi bancari.

Tutte le aziende, di qualsiasi dimensioni esse siano, utilizzano quotidianamente i conti correnti bancari: sono strumenti ormai irrinunciabili, non solo nella normale gestione di incassi e pagamenti, ma anche per richiedere finanziamenti, fidi, o pianificare nuovi investimenti. Spesso aziende di medie-grandi dimensioni lavorano con più banche. In questo caso, un’attività molto utile, ma troppo spesso sottovalutata, è quella dell’analisi comparata dei costi e condizioni bancarie sostenute e delle dinamiche dei tassi di interesse.

L’attività consiste nel caricare su un database appositamente predisposto tutti gli estratti conto ricevuti nell’arco di un biennio, uniformando le voci equivalenti, permettendo così di avere un quadro chiaro e aggiornato delle spese e condizioni contrattuali applicate da tutte le banche con cui si lavora.
E’ un’attività piuttosto complessa, ma che non solo permette di monitorare le spese sostenute per ogni singolo conto corrente, ma offre un prezioso strumento per controllare le condizioni contrattuali applicate dalle banche. Avendo una conoscenza più completa del rapporto che intercorre con ogni istituto di credito, l’azienda può innanzitutto valutare quali servizi siano effettivamente utili per le proprie necessità e conseguire un risparmio immediato sulle spese, ma soprattutto acquista la capacità di mettere a confronto ed in competizione fra di loro le diverse banche, ottenendo maggiore potere contrattuale e condizioni bancarie più vantaggiose.

Articolo di Andrea Ruvolo

Articoli Simili